Toscana, Regione e Asev presenti al Tania di Lahti

Xfi

Firenze, 16 nov. (askanews) - La Regione Toscana, in qualità di partner, e Asev (Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa), coordinatore del progetto TANIA 'TreAting contamination through NanoremedIAtion' Interreg Europe, parteciperanno all'ottavo meeting internazionale del progetto stesso che si terrà i prossimi 19 e 20 novembre a Lahti, in Finlandia. Lo faranno insieme ai partner: Regional Council of Paijat-Hame (Finlandia), Università di Helsinki (Finlandia), Regional Council of Alsace Champagne Ardenne Lorraine (Francia), Università della Lorraine (Francia), Region of Crete (Grecia), Government of Baranya County (Ungheria).

Nel corso della prima giornata è in programma un simposio nel corso del quale saranno discussi i risultati di TANIA e illustrate le più recenti esperienze nel settore della (nano)bonifica innovativa, sia dal punto di vista scientifico che politico. All'evento, denominato Novel Environmental Remediation Techniques and Policy Instruments e promosso dall'Università di Helsinki e dal Consiglio Regionale di Paijat-Hame (Finlandia), parteciperanno accademici ed esperti del settore a livello europeo e saranno affrontati i seguenti temi: bonifica ambientale, trap and treat & bioaugmentation, biostimolazione, tecnologia di modifica dei residui minerari, e tecnologia di modifica del carbonio e di gestione politica delle aree contaminate nell'Unione Europea. Il confronto verterà inoltre sulle più recenti esperienze nel settore innovativo della (nano)remediation, e sulla messa a punto dei Piani d'Azione di ciascuna regione , oltre che sulle attività da intraprendere nei prossimi mesi.

"Il tema - afferma l'assessore alle attività produttive Stefano Ciuoffo - è di estrema attualità e importanza. Nell'ambito di TANIA, che promuove l'uso green delle nanotecnologie e in particolare la nano-bonifica, si inserisce anche il protocollo di intesa, sottoscritto a luglio 2019 da Regione Toscana, ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), ARPAT (Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana) e ASEV (Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa), che si ispira ad esperienze europee come quella del Laboratorio GISFI della regione Lorraine (Francia) e a quella del Laboratorio SOILIA della Regione di Paijat-Hame (Finlandia). Vogliamo sperimentare anche da noi - conclude Ciuoffo - soluzioni innovative per essere all'avanguardia in questo settore perché qui ci sono le competenze giuste per un laboratorio di alto livello".