Toscana, Regione sosterrà costi aggiuntivi integrativo forestali

Xfi

Firenze, 29 lug. (askanews) - La Regione Toscana interverrà direttamente per sostenere i costi aggiuntivi del contratto integrativo che interessa oltre 400 operai forestali. Lo ha annunciato l'assessore regionale all'Agricoltura Marco Remaschi nel corso di una conferenza stampa convocata a Palazzo Strozzi Sacrati.

Dopo aver contribuito a favorire il percorso per il rinnovo del contratto integrativo regionale tra sindacati e Anci (gli operai sono dipendenti di Unioni dei Comuni e Comuni), firmato nello scorso maggio, la Regione si impegnerà quindi a sostenere per il 2019 gran parte dei costi aggiuntivi previsti: circa 1.220 euro a operaio (su un totale di 1.700). Complessivamente l'intervento sarà di 500.000 euro che saranno liquidate in due tranche, e comunque entro il 31 dicembre di quest'anno.

"L'intervento regionale - ha commentato l'assessore - vuol evidenziare il valore che attribuiamo al nostro contingente di operai forestali, alla loro competenza e professionalità e al loro ruolo decisivo, non solo per la valorizzazione e riqualificazione del patrimonio forestale regionale, ma anche per la lotta agli incendi boschivi e per la difesa del suolo".

"Con il contratto nazionale che manca da oltre 6 anni - ha proseguito Remaschi - il recente rinnovo dell'integrativo, compenserà la perdita di potere d'acquisto delle retribuzioni. Ha quindi un peso specifico importante per i lavoratori: per questo la Regione si è quindi dimostrata pronta a fare la sua parte".