Toscana, registrati 25mila appartamenti per turismo breve

Xfi

Firenze, 8 ott. (askanews) - Sono 24.493, al 1 ottobre 2019, gli appartamenti affittati per locazioni turistiche brevi che si sono registrati sul portale regionale (accessibile anche dalla home page di Regione Toscana ), in base all'obbligo introdotto dal legge regionale (LR 86/2016) sul turismo. Dal primo marzo 2019, infatti, anche chi affitta a fini turistici un immobile, o una parte di esso, adibito a civile abitazione deve, entro 30 giorni dell'avventura locazione, darne comunicazione indicando una serie di dati tra cui il numero degli alloggiati. Questo è l'unico adempimento richiesto a ogni locatore, cui viene assegnato un codice identificativo univoco. Il mancato rispetto comporta una sanzione che va dai 250 ai 1500 euro.

"Era necessario - commenta l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo - conoscere meglio un fenomeno che in questi anni ha preso sempre più piede in Toscana pur non essendo ricompreso nelle statistiche ufficiali: bastava andare sui siti web nati in questi anni per rendersi conto che in Toscana si contavano decine di migliaia di annunci di case da affittare. Questo al netto dei b&b, affittacamere e case per ferie o altre strutture regolarmente autorizzate che seguivano la normativa e gli obblighi di comunicazione statistica e di pubblica sicurezza delle strutture ricettive. Un fenomeno quindi di prima grandezza che occorre conoscere per meglio programmare le politiche pubbliche di promozione ed i servizi. Il portale diventa uno strumento a servizio dei comuni per conoscere nel dettaglio i flussi turistici".