Toscana, Remaschi: forte impegno per giovani agricoltori

Xfi

Firenze, 10 mar. (askanews) - "Ci sono due numeri che danno l'esatta misura dello sforzo messo in campo dalla Regione Toscana per favorire il ricambio generazionale tra le nostre imprese agricole: per i giovani agricoltori, da un iniziale programmazione finanziaria del Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020 di 60 milioni di euro, pari al 6% della dotazione finanziaria di 948 milioni di euro, si è passati a circa 165 milioni di euro, cioè il 17,3%. E senza considerare gli esiti del bando che è ancora aperto, i giovani agricoltori a oggi ammessi a finanziamento con i due precedenti bandi del 2015 e del 2016 sono stati complessivamente 1032". L'assessore all'agricoltura, Marco Remaschi, replica così a recenti dichiarazioni critiche di dirigenti di Coldiretti sulle iniziative regionali per favorire l'ingresso di nuove energie nel settore delle produzioni agricole.

"E non soltanto invito Coldiretti a riflettere sul valore di quei dati - prosegue - , ma anche sul fatto, cosa che i suoi dirigenti non possono ignorare, che il Programma di sviluppo rurale è un programma condiviso e concordato con le parti interessate, quindi anche con Coldiretti, e destina le proprie risorse non solo ai giovani ma, ovviamente, anche alle aree rurali e agli investimenti delle imprese agricole. Spiace dirlo, ma tutto questo sottolinea il carattere strumentale di quelle critiche".

I bandi emessi per giovani agricoltori sono a oggi tre, compreso l'ultimo per il quale il termine per la presentazione delle domande, che era prevista per 16 marzo, verrà prorogato a causa della situazione che si è determinata per l'emergenza coronavirus.