Toscana, riapre bando per internazionalizzazione: 2 mln per... -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 26 lug. (askanews) - L'agevolazione viene concessa con contributo in conto capitale e l'investimento relativo deve essere realizzato da imprese che si trovano in Toscana e deve consistere nell'acquisizione dei servizi qualificati di cui alla sezione C del Catalogo dei Servizi avanzati e qualificati per l'innovazione e l'internazionalizzazione delle PMI toscane. I progetti di investimento non devono prevedere interventi di delocalizzazione.

Tra le spese per l'acquisizione di servizi all'internazionalizzazione ammissibili rientrano quelle per: partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale (tra le risorse correlate a fondo pagina il calendario delle fiere ammesse), promozione mediante utilizzo di uffici o sale espositive all'estero, servizi promozionali, supporto specialistico all'internazionalizzazione, supporto all'innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati.

I beneficiari sono micro e Pmi in forma singola o associata, reti di imprese e consorzi costituiti o da costituire, liberi professionisti. La domanda potrà essere presentata fino ad esaurimento delle risorse e deve essere redatta esclusivamente online sulla piattaforma web di Sviluppo Toscana, che è il soggetto gestore del bando.