Toscana, Rossi consegna le mascherine a Careggi e Santa Maria Nuova -2-

Red/Gtu

Roma, 21 mar. (askanews) - "Conosco gli appelli dei medici per le 'mascherine per tutti' - ha aggiunto il presidente rispondendo alle domande dei cronisti che lo attendevano fuori dagli ospedali - sono appelli giusti, ma è necessario confrontarsi con le possibilità produttive. La Toscana sta facendo più del possibile: oltre a reperire le mascherine presenti sul mercato, le abbiamo anche prodotte in proprio. Ho inoltre fatto un appello alle imprese che attualmente non lavorano, perché ci diano le loro mascherine ffp2 e ffp3, che adesso servono per le sale operatorie. In Toscana siamo 3.700.000 di persone, è chiaro che dobbiamo dare una priorità nella fornitura a chi svolge professioni sanitarie, più a rischio".

Rispondendo ai giornalisti Rossi ha toccato anche il tema delle terapie intensive e della produzione interna di presidi sanitari. "Lavoriamo per aumentare ulteriormente i posti in terapia intensiva - ha detto - ma stiamo aspettando una fornitura adeguata di ventilatori. Per il momento il sistema toscano delle terapie intensive sta funzionando, ma sto continuando a fare appelli a livello nazionale perché i ventilatori che ci sono stati promessi arrivino".

"Quello della produzione dei presidi sanitari - ha aggiunto - è un problema di dimensione europea. Occorrerebbe il potere di poter ordinare all'industria di riconvertirsi nella produzione di macchinari sulla base delle necessità che abbiamo, ma questo è un potere che va oltre le competenze del presidente della Regione e posso solo appelarmi al governo perchè questi macchinari vengano prodotti. Inoltre il fatto che l'Europa e l'Italia debbano dipendere dalla Cina per la produzione di mascherine ci deve far pensare, anche per il futuro. Da tempo ripeto che dovremmo investire di più su politiche per l'industria, perché si produca anche in Italia. In Europa vengono prodotte le armi, ma allo stesso modo si dovrebbero produrre presidi sanitari, che in caso di emergenza diventano essenziali".