Toscana, Rossi: donne in vetrina per lancio turismo? Aberrante

Red/Gtu

Roma, 20 set. (askanews) - "Aberrante", così il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi commenta le parole del consigliere regionale della Lega che, in commissione regionale sviluppo economico dell'assemblea Toscana ha parlato di prostituzione come strumento di promozione del turismo.

"Leggo che un consigliere della Lega propone una Toscana a luci rosse per favorire il turismo, mettendo le donne in vetrina. Se vuoi ritrovare altri modi per definire ciò che è destra e ciò che è sinistra nel nostro paese, basta verificare il consenso e il dissenso che l'interlocutore esprime verso la legge Merlin, che chiude le case di tolleranza e introduce i reati di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. La Legge Merlin, inoltre, vieta il sesso in compravendita e definisce corrotti i clienti dei bordelli. Questa legge fu fortemente voluta dalla deputata socialista nel 1958, su suggerimento di Umberto Terracini, e votata dalla Dc, dal Pci, dal Psi e dal Pri", ha ricordato Rossi, sottolineando: "Io sono molto contrario a questo pensiero aberrante espresso dal consigliere leghista. Tuttavia, per il principio di parità uomo-donna, in vetrina nudo propongo che intanto cominci lui".