Toscana, Saccardi: nessun rischio NDM per i comuni cittadini -2-

Xfi

Firenze, 25 set. (askanews) - Sul caso New Delhi, Maurizio Marchetti (Forza Italia), nel suo intervento dopo la comunicazione dell'assessore Stefania Saccardi, ha osservato che "il problema è serio e non so quanto sia circoscritto". "Ottimo che ci sia un monitoraggio - ha detto il consigliere - ma qui c'è da fare il salto verso le azioni di contrasto. Dall'area vasta Nord Ovest in questi giorni ho ricevuto cinque telefonate su decessi avvenuti per il precipitare improvviso delle condizioni di ricoverati quasi avviati a dimissioni ospedaliere. Allora, io vorrei che dall'attenzione nel monitoraggio continuo e puntuale si passasse subito alla circoscrizione del contagio con interventi mirati".

Jacopo Alberti, portavoce dell'opposizione, si è chiesto "perché se non c'è alcun rischio per i normali cittadini non si è detto lo scorso maggio? E non si è detto invece che chi veniva ricoverato correva dei rischi?". Questo silenzio, ha detto il consigliere, è alla base di una preannunciata mozione di sfiducia nei confronti dell'assessore Saccardi che sarà presentata nelle prossime sedute. "Questo ritardo nelle comunicazioni, arrivate solo dopo che un quotidiano ha pubblicato la notizia, resta tutto da capire", ha aggiunto.

Secondo Monica Pecori (Gruppo misto) "non è un caso che la concentrazione del batterio sia particolarmente alta nella Usl nord-ovest, perché è quella la zona in cui è segnalata da tempo una gestione precaria". "Manca il personale - ha aggiunto la consigliera - per questo è difficile rispettare tutte le procedure; a Livorno ci si è limitati ad aggiungere un separé e un cestino". "Le infezioni ospedaliere sono sempre impegnative da affrontare - ha detto Serena Spinelli (Gruppo misto) - ma tutte le procedure sono state attivate come dovuto. Nessuna comunicazione doveva essere data alla popolazione, perché non c'è alcun rischio per la popolazione. I cittadini hanno diritto di sapere se la Regione Toscana è in grado di contenere le infezioni in ospedale, e così è. Anche i turisti possono stare tranquilli".