Toscana zona rossa, Giani: "Amarezza per ultime notizie"

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

La Toscana diventa oggi zona rossa e il governatore Eugenio Giani esprime amarezza per le ultime notizie relative allo status della regione, considerata ad alto rischio in relazione all'emergenza coronavirus secondo l'ordinanza del ministro Roberto Speranza, in vigore da domenica. "Questa sera da Roma le autorità governative mi hanno comunicato la decisione del Comitato Tecnico Scientifico per la zona rossa in Toscana. Esprimo sorpresa e amarezza perché i dati su cui è fondata sono quelli della settimana 1-8 novembre. Oggi 13 novembre e negli ultimi giorni ho visto in Toscana un cauto ma oggettivo sollievo perché la curva pandemica tende a rallentare e stabilizzarsi. Ritenevo quindi che potesse mantenersi il livello arancione senza accedere alla zona rossa", afferma Giani in un post su Facebook.

"Ho rappresentato tutte le mie perplessità e dubbi alle autorità ministeriali, considerato il duro lavoro svolto dal sistema sanitario regionale e i sacrifici chiesti a tutti i toscani - aggiunge Giani - Sono uomo delle Istituzioni, mi impegnerò per attuare quanto deciso nel modo meno sofferto possibile per i cittadini".

"Dobbiamo uscirne presto con l’impegno e la responsabilità di ciascuno di noi, come già abbiamo fatto in questi giorni - dice ancora Giani - Voglio dimostrare da subito che noi siamo in grado di tornare a condizioni meno restrittive. Sarò sempre al servizio della nostra comunità nell’affrontare i problemi e uscirne insieme, senza lasciare indietro nessuno. Noi, come Regione Toscana, saremo vicini a tutte e tutti".

"Ho avuto la comunicazione ufficiale con la telefonata del ministro Speranza: la Toscana si trova in zona rossa. Oggi provo un sentimento di sorpresa e di amarezza perchè onestamente vedevo che negli ultimi giorni i dati tendevano a un cauto, graduale ma oggettivo miglioramento. Quindi non mi sarei aspettato che i Cts decidesse per la zona rossa: sono uomo delle istituzioni e rispetterò quanto deciso dal governo". Lo ha detto il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, in una diretta su Facebook.

"Qualche giorno fa annunciai che la Toscana era in zona arancione e lo feci allora con la consapevolezza di una responsabilità che dovevamo avere noi prima di tutto come istituzioni, poi come cittadini, per potere con alcune restrizioni arrivare a prevenire e conseguentemente a rimetterci il prima possibile in carreggiata. Devo dire che allora - ha affermato Giani - esprimevo la serenità e la convinzione di corrispondere a dei provvedimenti giusti".

Oggi invece Giani ha espresso "i sentimenti di sorpresa e di amarezza al ministro della Salute, Roberto Speranza, e a coloro con cui ho parlato ritenendo di dover avere dei maggiori chiarimenti". "Voglio essere sincero: io sono un uomo delle istituzioni, quindi rispetterò tutto quello che è deciso a livello di governo", ha aggiunto il presidente della Toscana. "Quando questo non lo si condivide, è giusto che lo si dica".