#ToscanaPulita, firmato il manifesto. Bugli: collaboriamo insieme -2-

red/rus

Firenze, 12 ott. (askanews) - La Toscana ama e rispetta l'ambiente, c'è scritto nel manifesto firmato oggi: il che può sembrare scontato (ma non sempre lo è). La Toscana guarda al mondo, agli obiettivi fissati dagli Stati nell'Agenda 2030. La Toscana collabora anche. "L'abbiamo fatto prima con i pescatori con il progetto Arcipelago Pulito, che ha ispirato l'Unione Europea e si è tradotto in due proposte di legge italiane che speriamo che vengano presto approvate - ricorda l'assessore - e che permetteranno ai pescatori di non dover più rigettare in mare le plastiche rimaste impigliate nelle loro reti. Abbiamo proseguito con le spiagge pulite, chiedendo collaborazione a Comuni e balneari, per bandire l'uso della plastica monouso: due anni prima di quanto ha previsto l'Unione europea. Stiamo studiando anche come risolvere il problema della bottigliette di plastica. Ora abbiamo deciso di concentrare la nostra attenzione sui fiumi, perché è da lì che passano molte plastiche e microplastiche che poi finiscono in mare". Come? "Collaborando appunto - spiega l'assessore -, cercando di influire ad esempio con la sensibilizzazione degli adulti e l'educazione nelle scuole su gesti quotidiani a volte banali". Perché, come recita ancora il manifesto, la "Toscana è nelle nostre mani". In più di venti realtà stamani l'hanno già sottoscritto. Chi non c'era può farlo da casa. Basta scaricare dal sito www.plastic-free.toscana.it il modello e spedirlo a plastic-free@regione.toscana.it. La battaglia contro le plastiche è appena iniziata. La riunione di stamani ha evidenziato che esiste già una sensibilità diffusa. Ora si tratta di metterla a sistema.