Toti (Cambiamo): incongruenze governo segneranno esito Regionali

Bet

Roma, 18 set. (askanews) - "Penso che l'esito delle elezioni regionali sarà condizionato dalle incongruenze di questo governo". Parole del leader di "Cambiamo" e governatore della Regione Liguria, Giovanni Toti, rispondendo ai cronisti nel corso di un incontro alla Pisana con i consiglieri regionali del Lazio usciti da Forza Italia e che hanno aderito a "Cambiamo".

Lungo l'elenco di Toti, che sottolinea quanto sarà difficile "rimettere insieme la cultura del lavoro, tipica di un partito socialdemocratico come dovrebbe essere il Pd, con il reddito di cittadinanza del M5s, le campagne no vax dei grillini con la legge Lorenzin approvata nella scorsa legislatura, tanto è vero che siamo ancora come Regioni senza un patto per la salute, perché il ministro Grillo non è stato in grado di firmarla. Poi, mettere insieme il fatto che il ministro delle infrastrutture spinge per fare la gronda autostradale di Genova e il giorno dopo si ritrova messa dietro la lavagna con le orecchie d'asino dai grillini, che dicono che di gronda non se ne parla proprio".

Per il leader di "Cambiamo" "queste incongruenze saranno molto palesi nel breve tempo e che quindi condizioneranno il voto degli italiano, che oltre che essere di buon governo delle loro regioni, sarà anche di giudizio per questo governo. Dunque, prevedo buoni successi per il centrodestra se saprà trasformarsi e mettersi insieme, evitare veti, scorribande e gomitate per salvare una poltrona. Questo governo è un po' un incubo nato in Parlamento, con la gente che ha visto Renzi che prendeva a testate Di Maio e il giorno dopo ci è andato a braccetto".