Toti: con la Lega sensibilità diverse ma parallele

Fos

Genova, 5 ago. (askanews) - "Io non sono sicuro assolutamente di niente. Siamo un movimento politico che nasce per dare le sue idee. Ritengo che qui con la Lega abbiamo fatto un ottimo lavoro e continueremo a farlo come abbiamo fatto in questi 5 anni anche nei prossimi 5. Ritengo che abbiamo sensibilità diverse ma parallele, coerenti ad un disegno di Italia". Così il governatore della Liguria, Giovanni Toti, questo pomeriggio a Genova ha riposto ad un giornalista che gli chiedeva se fosse sicuro che Salvini, in caso di caduta del governo, voglia allearsi con Fratelli d'Italia e il suo nuovo movimento "Cambiamo!".

"Salvini -ha sottolineato Toti- ha fatto bene da ministro sul tema della sicurezza e dell'immigrazione, meno bene ha fatto questo governo sul tema dell'economia, dell'occupazione, della formazione professionale, tutte cose che servono ad un Paese che non sta crescendo e questo non va mai dimenticato. Penso -ha aggiunto Toti- che con un'alleanza di centrodestra ridisegnata, riequilibrata e rinnovata si possa fare bene".

"Ognuno farà le sue valutazioni ma credo -ha sottolineato il governatore ligure- che la Lega sappia perfettamente che, al di là dei numeri, per essere autosufficienti occorre anche quella pluralità di idee e sensibilità che alberga in un centrodestra più ampio, quindi non vedo perché dovrebbe privarsene ma sono scelte loro. Noi comunque -ha concluso il presidente della Regione Liguria- chiediamo il voto, chiediamo la fiducia per le cose che abbiamo intenzione di fare con gli alleati che vorranno farle con noi".