Toti: dai no vax escalation di odio, le istituzioni intervengano

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Genova, 31 ago. (askanews) - "E' un crescendo di odio e intolleranza di fronte al quale gli uomini delle istituzioni non possono stare fermi". Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, commentando l'escalation di attacchi e minacce da parte dei no vax.

"Le chat Telegram no vax - sottolinea il governatore ligure - cercano e diffondono indirizzi di casa e cellulari, nel mio caso per fortuna non li hanno trovati, ma il telefono del mio amico Matteo Bassetti è bersagliato da centinaia di chiamate con minacce di morte, che io stesso ho ascoltato sgomento. Pochi giorni fa è stato aggredito di fronte casa, con la sua famiglia".

"Così come ieri - prosegue Toti - è stato brutalmente picchiato un giornalista di Repubblica. Il tutto mentre domani questi guerrieri annunciano il blocco delle ferrovie, che creerà disagi soprattutto ai lavoratori. Credo sia il momento di intervenire seriamente - conclude - perché ormai siamo nel pieno dell'illegalità".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli