Toti: Fi è focolaio infiammazione da curare in centrodestra sano

Fos

Genova, 28 ott. (askanews) - "In un centrodestra che scoppia di salute, c'è chi scoppia di salute più di altri. Il fatto che la Lega oggi navighi sopra il 35%, che la Meloni con grande merito e tenacia abbia portato il suo partito a doppia cifra e che i moderati, i riformisti e i liberali, quelli che sulla carta dovrebbero essere l'area più vasta in questo Paese, invece arretrano ancora, perdendo punti rispetto alle vecchie Regionali, alle Europee e alle Politiche, credo sia sintomatico del fatto che se il centrodestra sta bene, c'è un focolaio di infiammazione in quel centrodestra che va curato". Così il governatore della Liguria e leader di Cambiamo, Giovanni Toti, ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano un commento sulla performance negativa di Forza Italia alle elezioni regionali in Umbria.

"Vuol dire - ha sottolineato Toti - quello che noi sosteniamo da molto tempo e ha portato anche a quell'esperienza politica che stiamo lanciando e che lanceremo definitivamente il 23 e 24 qua da Genova in ottica nazionale, ma anche molto in ottica locale perché la nostra esperienza di Cambiamo deriva profondamente dall'esperienza costruita in Liguria, sia di coalizione, sia di ricette politiche, che di selezione della classe dirigente. Ci auguriamo - ha concluso - di trovarci insieme tutti e provare a trovare delle soluzioni condivise, noi le nostre idee ce le mettiamo".