Toti: "Pronti a voto con centrodestra rinnovato"

webinfo@adnkronos.com

Giovanni Toti e il suo movimento 'Cambiamo', di fronte alla crisi di governo, "sono pronti a qualsiasi evenienza", comprese le elezioni, pronti a correre "con chi intende rinnovare la politica del centrodestra nell'orizzonte della Terza Repubblica". Lo dice all'Adnkronos il governatore della Regione Liguria.  

"Vediamo quale sarà il calendario che vorrà predisporre il Presidente Mattarella, se si andrà subito a votare o se prima si vorranno mettere in sicurezza i conti pubblici. Di sicuro -sottolinea- la sorte di questo governo è segnata e di questo siamo strafelici, nel senso che si bloccano alcuni progetti grillini incompatibili con il buon senso prima ancora che con la politica: la chiusura domenicale dei negozi; la mancata tutela per l'Ilva, con la conseguenza di terremotare gli stabilimenti industriali; l'acqua pubblica, che è già tale, mentre si vogliono nazionalizzare le società di gestione, tornando ai carrozzoni degli anni Cinquanta e Sessanta".  

"In ogni caso -assicura Toti- noi siamo pronti a qualsiasi evenienza, saremo sicuramente con chi intende rinnovare la politica del centrodestra nell'orizzonte della Terza Repubblica, non con chi intende occhieggiare a destra e a sinistra come ha fatto in questi ultimi mesi Forza Italia in Europa e bloccando con il Pd i progetti degli alleati leghisti. Noi lavoriamo per unire, allargare, ampliare, non diciamo chi può stare e chi no, ognuno può fare la sua corsa lealmente, avendo chiara la direzione verso la quale remare tutti con coerenza". 

E se Matteo Salvini decidesse di remare da solo? "Ovvio -risponde Toti- che può decidere di correre da solo, ma non è solo un problema di numeri, peraltro tutti da verificare, è anche una questione di sensibilità e di capacità di coinvolgere energie nuove di cui c'è bisogno".  

"Alcide De Gasperi, forse con una struttura maggiore rispetto a Salvini, pur potendo governare da solo, decise di allargare le sue maggioranze alla cultura liberale e repubblicana e credo che anche alla Lega faccia bene unirsi ad altre sensibilità, naturalmente in un'ottica di coerenza e di alleati affidabili". 

"Noi -conclude Toti- con la Lega governiamo in Liguria, abbiamo un antico rapporto, decine di campagne elettorali alle spalle e obiettivi comuni".