Toti: Renzi non indebolirà governo, anzi può attrarre briciole

Fos

Genova, 19 set. (askanews) - "Non credo che l'uscita di Renzi dal Pd comporti un indebolimento parlamentare di questo governo. Anzi, forse il gruppo renziano potrebbe addirittura attrarre alcune briciole o poco più ma sicuramente non indebolirlo. E' una una voce in più in un governo già parecchio incasinato per le differenze di linea politica tra le forze politiche che lo compongono". Lo ha detto il governatore della Liguria e leader di Cambiamo, Giovanni Toti, parlando con i giornalisti al termine di un incontro nella sede del Comune di Genova con il ministro alle Infrastrutture, Paola De Micheli.

"Vorrei essere una mosca -ha aggiunto il governatore ligure- per partecipare alle riunioni di maggioranza in cui si discute di Gronda,  Pedemontana, investimenti, cicli dei rifiuti e termovalorizzatori, sentendo le posizioni di Renzi, Zingaretti e Di Maio per vedere su cosa sono d'accordo o vorrei essere la stessa mosca al ministero della Salute ad ascoltare le riunioni sul patto per la Salute che le Regioni aspettano di firmare, tra i no-vax grillini e la legge Lorenzin sull'obbligo di vaccinazioni".

"Resto a guardare -ha ironizzato Toti- con grande attenzione in poltrona, con i popcorn in mano, come aveva intenzione di fare Renzi. Oggi possiamo permettercelo noi, nei limiti del fatto che le Regioni e i Comuni hanno bisogno di risposte che da troppo tempo restano inevase. Noi aspettiamo con i popcorn ma è uno spettacolo che ci mette di cattivo umore, quindi -ha concluso il leader di Cambiamo- non so per quanto resteremo in poltrona e per quanto potranno aspettare i cittadini".