Toti: si riavvia percorso per valorizzare specificità Liguria

Red/Cro/Bla

Roma, 30 ott. (askanews) - Sarà una delegazione composta dalla vicepresidente della Regione Liguria, Sonia Viale, delegata dalla Giunta, da un rappresentante ciascuno per gli aspetti legislativi e per la presidenza della Regione oltre che dai tecnici che hanno partecipato alla stesura del documento già presentato al precedente governo a confrontarsi con il ministero per gli Affari Regionali nell'ambito della trattativa per l'autonomia differenziata della Liguria. È quanto emerso dall'incontro avvenuto oggi a Genova presso la sede della Regione Liguria tra il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia e il presidente, Giovanni Toti.

"Oggi si riavvia un percorso - ha affermato il governatore Toti - che avevamo iniziato diversi mesi fa inviando le nostre richieste al Presidente del Consiglio. Per noi è più facile, visto che abbiamo un elenco limitato di materie, alcune delle quali molto specifiche e legate alle caratteristiche del nostro territorio, mentre non siamo coinvolti in altre materie in cui il dibattito politico è molto acceso". Tra i temi affrontati anche quello legato alla gestione autonoma di alcune tratte autostradali. "L'idea - ha spiegato il presidente della Regione Liguria - è quella di poter assegnare noi le concessioni delle tratte principali del nostro territorio, un po' come succede con il modello lombardo-veneto. Penso che potrebbe essere anche una parziale soluzione di alcuni problemi sorti dopo il crollo di ponte Morandi". Il ministro Boccia e il presidente Toti hanno poi incontrato la giunta e i direttori regionali per un confronto sul proseguimento dell'iter.

(segue)