Toyota produrrà componenti auto a idrogeno in Cina

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 mar. (askanews) - Toyota Motor intende produrre alcuni dei componenti chiave delle sue auto a idrogeno in Cina a partire dall'inizio del prossimo anno. Lo scrive oggi il giornale economico giappinese Nikkei shinbun.

Sarebbe la prima volta che la casa automobilistica nipponica produce componenti per le vetture a celle di combustione al di fuori del Giappone.

La scelta, secondo Nikkei, sarebbe stata fatta per ottenere i favori di Pechino, visto che la Cina potrebbe diventare un mercato chiave. Esiste infatto l'obiettivo di mettere su strada entro il 2035 un milione di queste vetture, nell'ambito del programma cinese di decarbonizzazione totale entro il 2060.

Il Nikkei cita tra le fonti anche Minggao Ouyang, un professore dell'Università Tsinghua di Pechino, che oltre a essere un esperto di settore è anche coinvolto nella formulazione delle politiche sui veicoli sostenibili del governo cinese. Minggao ha detto al Nikkei che la Toyota sta lavorando con una compagnia legata alla sua università per costruire un impianto produttivo destinato ai sistemi di guida per queste auto.

Le vetture a celle di combustione generano elettricità combinando idrogeno e ossigeno. I componenti che verrebbero prodotti in Cina sarebbero desinati ad autobus e altri veicoli commerciali.

Toyota ha già costituito una joint venture per i veicoli a idrogeni con la Tsinghua e con una casa automobilistica cinese nel 2020. Ma finora i componeti veniva prodotti in Giappone e spediti in Cina per l'assemblaggio.

La decisione di Toyota arriva dopo che Pechino ha iniziato un processo di selezione delle città modello dove far girare le auto a idrogeno, che prevede oltre 260 milioni di dollari di incentivi per queste realtà.

Toyota ha venduto, fino a settembre 2020, 11mila auto a idrogeno, 3,600 delle quali in Giappone e 6.500 negli Stati uniti.