Tra Iva, cedolare secca sugli affitti e rottamazione delle cartelle è in arrivo un periodo “nero”

·2 minuto per la lettura
Novembre e dicembre mesi cruciali per le scadenze fiscali
Novembre e dicembre mesi cruciali per le scadenze fiscali

Scadenze fiscali e mese di novembre, in tutto sono 233 quelle in scadenza, e tra Iva, cedolare secca sugli affitti e rottamazione delle cartelle è in arrivo un periodo “nero” per quanto riguarda i doverosi rapporti con l’Erario. Insomma, novembre è un mese caldo e quello in corso pare possa essere rovente, perché sono di ritorno quei pagamenti extra che erano stati sospesi ma non azzerati con il venir meno di alcuni decreti anti Covid. Ci si dovrà barcamenare perciò in mezzo ad addizionali, ritenute, Irap, Irpef, Ires e Iva.

Scadenze fiscali per il mese di novembre: martedì 16 primo step con molte tasse da pagare

Poi tra rate 2020 e 2021 di Rottamazione ter e Saldo e stralcio. Ad ogni modo ecco il calendario fiscale. Martedì 16 novembre andrà pagata tanta roba: l’Imposta regionale sulle attività produttive (Irap). Di essa va versato sia il saldo del 2019 (codice tributo 3800) sia l’acconto del 2020 (codice tributo 3812). E ancora e sempre il 16 scadrà il termine per versare altre tasse : l’Ires, l’Irpef, le ritenute e le imposte periodiche.

Fra il 16 ed il 30 del mese di novembre davvero tante scadenze fiscali

Tra queste c’è l’Iva: il mese di ottobre per i contribuenti mensili e il terzo trimestre per i contribuenti trimestrali. C’è poi la cedolare secca sugli affitti che ha una doppia scadenza. Si partirà sempre il 16 novembre per i titolari di partita Iva, che devono pagare la quarta rata a titolo di saldo per il 2020 (codice tributo 1842) e il primo acconto per il 2021 (codice tributo 1840). Il 30 novembre toccherà a chi non ha partita Iva deve versare il secondo (o unico se l’importo è inferiore a 257,2 euro) acconto del 2021. Neanche il 30 novembre scherza: a quella data scadrà il termine per regolarizzare l’Irap, versare il saldo 2019 e il primo acconto 2020 dovuti dalle imprese. Per fine mese bisognerà anche versare le rate 2020 e quelle 2021 della Rottamazione ter e del Saldo e stralcio. Il Decreto Fiscale relativo parla di “versamento delle rate da corrispondere nell’anno 2020 e di quelle da corrispondere il 28 febbraio, il 31 marzo, il 31 maggio e il 31 luglio 2021”.

La fine del mese e le ulteriori scadenze fiscali: un novembre “nero”

Non è finita: martedì 30 novembre scadrà il termine per inviare e saldare la comunicazione Lipe, quella delle liquidazioni Iva periodiche del terzo trimestre. Ancora il 30 scadrà il versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche relative al terzo trimestre 2021.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli