Trader truffato di bitcoin per 100mila euro in un hotel di Milano

Alp

Milano, 7 nov. (askanews) - Un trader toscano di 34 anni residente in Australia, ha denunciato ai carabinieri di essere stato truffato a Milano da tre uomini che gli avrebbero sottratto bitcoin per un valore di 100mila euro.

Secondo quanto riferito dall'Arma, l'uomo ha spiegato di essere un trader specializzato in criptovalute e di essere stato contattato da dei presunti clienti che si erano dichiarati disposti ad acquistare bitcoin per un valore di 100mila euro. Venditore e acquirente si sarebbero quindi incontrati per lo scambio intorno alle 17 di ieri nella saletta riservata di un hotel di via Spallazani, nella centrale zona Porta Venezia.

Mentre uno dei tre avrebbe fatto sostanzialmente da "palo", il 34enne si sarebbe accomodato ad un tavolo insieme con due acquirenti (che ha descritto come originari dell'Est Europa) che gli avrebbero mostrato il denaro contante e si sarebbero messi insieme a lui a contarlo. Verificata l'autenticità e l'importo, il trader si sarebbe messo al computer e avrebbe fatto la transazione. Una volta conclusa, i due uomini si sarebbero allontanati con una scusa, lasciando il 34enne da solo con la borsa con il denaro. A questo punto il trader ha spiegato che avrebbe chimato la sua fidanzata rimasta in Australia per dirle che l'affare si era concluso, ma proprio in quel momento si sarebbe accorto che nella borsa c'erano solo mazzette di soldi con la scritta "fac-simile". Nel frattempo i presunti truffatori si sarebbero dileguati facendo perdere le loro tracce.