Sicilia rifiuti, 16 misure cautelari

Un'organizzazione criminale attiva nella Sicilia orientale e dedita a reati contro la pubblica amministrazione e in materia ambientale è stata sgominata dai carabinieri per la Tutela ambientale e del Comando provinciale di Messina, supportati dai colleghi dell'Arma di Catania e Siracusa. I militari hanno dato esecuzione in varie province della Sicilia a misure cautelari a carico di 16 persone. I provvedimenti sono stati emessi dal gip di Messina su richiesta della locale Dda. Le indagini hanno fatto luce su un traffico e smaltimento illecito di rifiuti speciali, anche pericolosi. Contestati a vario titolo i reati di associazione per delinquere, attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti, gestione di rifiuti non autorizzata, realizzazione di discariche abusive, invasione di terreni, deviazione di acque, falsità ideologica, falsità materiale, abuso d’ufficio e corruzione. I carabinieri hanno sequestrato due impianti di smaltimento e compostaggio di rifiuti a Giardini Naxos (Messina) e Ramacca (Catania).