Traffico illecito verso Bulgaria: sequestrate 815 t. di rifiuti

Red-Alp

Milano, 11 dic. (askanews) - I carabinieri del Nucleo operativo ecologico (Noe) di Milano hanno sequestrato nello scalo ferroviario di Lecco un carico di 815 tonnellate di rifiuti speciali caricati su 17 vagoni in procinto di essere inviati a uno stabilimento di recupero in Bulgaria. Lo ha riferito l'Arma, spiegando che il carico, costituito da 582 balle e il cui valore si aggira attorno ai 130mila euro, è avvenuto in collaborazione con personale dell'Agenzia delle Dogane e dell'Agenzia regionale per la protezione ambientale Lombardia (Arpa).

Sempre secondo quanto spiegato, dalla documentazione della spedizione è emerso che i rifiuti, anzichè essere costituiti da scarti di plastica recuperabili come certificato dalle carte, erano invece composti prevalentemente da materiali industriali misti (plastica e gomma, pezzame di stoffa, gommapiuma, tetrapack, imballaggi misti e altro), "risultanti dalle operazioni di trattamento già effettuate presso altri impianti e che non presentavano ulteriori frazioni valorizzabili o riciclabili".

Le indagini dei militari del Noe di Milano, coordinate dal pm Francesco De Tommasi, proseguono "non potendosi escludere che questi rifiuti dovevano essere inviati all'estero per il successivo smaltimento non solo dalla Lombardia ma anche da altre parti del territorio nazionale".

Nei prossimi giorni saranno svolte le attività di campionatura e caratterizzazione dei rifiuti allo scopo di procedere alla successiva rimozione e trasporto presso impianti autorizzati.