Traffico internazionale farmaci antitumorali, 18 arresti -3-

Pmz

Milano, 13 set. (askanews) - Di particolare risalto investigativo è stato il contributo del Nucleo Carabinieri AIFA (il Nucleo NAS dislocato presso l'Agenzia Italiana del Farmaco), i cui riscontri hanno consentito di ricostruire e individuare la provenienza illecita dei medicinali, trafugati nel corso di furti con effrazione e scasso commessi tra settembre 2017 e maggio 2018 presso le farmacie interne agli ospedali San Giovanni Bosco ed Ascalesi di Napoli, San Timoteo di Termoli e delle Aziende Sanitarie Provinciali, deputate da distribuire i medicinali alle strutture pubbliche su base territoriale, di Catanzaro, Caltagirone e Rutigliano nonché presso una nota logistica farmaceutica lodigiana. Proprio per la finalità di sanità pubblica a cui erano destinati i farmaci sottratti, l'indagine rappresenta un importante intervento repressivo per contrastare un fenomeno criminale particolarmente insidioso, sia per il notevole esporto economico in danno del Servizio sanitario pubblico sia per la sottrazione di prodotti farmacologici destinati al trattamento di importanti patologie come quelle oncologiche e con urgenti esigenze terapeutiche. L'operazione odierna rappresenta quindi una importante risposta dell'Autorità Giudiziaria e dell'organo investigativo costituito dal NAS che ha operato in sinergia operativa, specie nelle fasi iniziali, con i Carabinieri di Crema e Pandino e, successivamente con il supporto tecnico del Nucleo Carabinieri AIFA. (segue)