Tragedia al Cto di Torino: infermiere precipita dal sedicesimo piano

tragedia cto torino

Tragedia all’ospedale Cto di Torino, dove un uomo si è lanciato dall’ultimo piano di un edificio schiantandosi su un tetto adiacente. La vittima sarebbe un infermiere 40enne, morto sul colpo. Inutili i soccorsi: secondo le prime informazioni raccolte l’uomo soffriva di depressione.

Tragedia all’ospedale di Torino

Un rumore che è rimbombato in tutte le stanze dell’ospedale Cto di Torino, un tonfo sordo che ha spezzato la tranquillità della giornata. Una scena terribile cui hanno assistito poi pazienti e vari operatori sanitari costretti a passare davanti al padiglione del Centro traumatologico ortopedico di Torino, dove un infermiere si è improvvisamente lanciato dal sedicesimo piano – il punto più alto della struttura, morendo sul colpo dopo essere finito contro il tetto dell’edificio adiacente facente parte dello stesso ospedale. Per l’uomo, un 40enne che lavorava nello stesso Centro, inutili i soccorsi: giunti sul luogo del dramma i medici hanno potuto solamente constatarne il decesso.

Le cause nella depressione

Una tragedia consumatasi nel primo pomeriggio di venerdì 6 settembre quella che ha scosso l’intera struttura del Cto. A seguito delle prime indagini effettuate dalla Polizia locale, gli inquirenti avrebbero confermato che il gesto dell’uomo sarebbe volontario, un suicidio architettato dall’infermiere stesso. I quotidiani locali riportano la notizia che la vittima soffrisse di depressione, e che avesse già mostrato in passato segni di squilibrio, ma che nessuno pensava potesse arrivare a tanto: un male che, lentamente, lo aveva sempre più colpito, sconvolgendolo al punto di arrivare al suicidio. Sul luogo del delitto anche la Polizia Scientifica per i rilievi del caso e il medico legale che ha ispezionato il cadavere, rimosso poco dopo le ore 16 dopo il via da parte del magistrato.