Tragedia Corinaldo: l'8 dicembre grande evento a Senigallia

Red/Nav

Roma, 22 nov. (askanews) - Emma, Asia, Benedetta, Daniele, Mattia e una giovane mamma, Eleonora. Ad un anno dalla loro tragica scomparsa in quella maledetta notte alla Lanterna Azzurra di Corinaldo, la comunità marchigiana si stringe attorno ai genitori e alle famiglie di questi ragazzi per ricordarli e per fare in modo che quanto accaduto non accada più. Il messaggio che parte dalle Marche con l'ambizione di contagiare tutta l'Italia e diventare tema di un appuntamento fisso, è semplice: i ragazzi hanno il diritto di divertirsi e gli adulti devono creare le condizioni perché questa avvenga in sicurezza.

L'8 dicembre prossimo a Senigallia si terrà quindi una giornata piena di iniziative con momenti di riflessione e la presentazione dei corsi di formazione organizzati dalla Regione per chi opera nel mondo dell'intrattenimento, della musica e degli spettacoli. Previsti anche momenti di divertimento perché, come scrissero i compagni su social e striscioni, il giorno dopo la tragedia, "da un concerto si torna senza voce non senza vita".

Questa mattina a Palazzo Raffaello ad Ancona è stato presentato il programma degli eventi che si concluderà in serata con il concerto di tre giovani rapper: 13Pietro, Ernia, Rkomi.

Hanno partecipato il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, Luigina Bucci presidente COGEU (Comitato Genitori Unitario), il Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, il Garante regionale per i diritti dell'Infanzia Andrea Nobili, Giacomo Bramucci di Confcommercio Marche per il lavoro fatto sul codice dell'intrattenimento che detta regole per i locali a tutela dei minori, Carlo Pesaresi presidente della Form, Gilberto Santini direttore Amat che hanno contribuito fattivamente all'organizzazione. (Segue)