Tragedia del Mottarone, bimbo sopravvissuto in prognosi riservata

·1 minuto per la lettura
featured 1347784
featured 1347784

Roma, 24 mag. (askanews) – È in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell’ospedale pediatrico Regina Margherita di Torino il bambino di 5 anni, unico sopravvissuto al crollo della funivia del Mottarone a pochi metri dall’arrivo. Nella tragedia hanno perso la vita 14 persone, compreso un bambino di 9 anni. La procura della Repubblica di Verbania indaga per omicidio colposo plurimo e lesioni colpose.

L’intera area dell’incidente è stata posta sotto sequestro e i periti tecnici dovranno accertare le cause e le condizioni della cabinovia. Far luce sul mancato funzionamento dei sistemi di sicurezza che ha determinato il distacco della cabina dal cavo risutato tranciato di netto all’altezza dell’ultimo pilone.

Il colonnello Giorgio Santacroce: “C è un cavo portante che ovviamente si è staccato però le motivazioni, il perché e il punto esatto deve essere accertato”.

La sindaca di Stresa Marcella Severino ha detto che al momento ci si basa sul racconto di due testimoni che hanno sentito un forte sibilo: “Questa funivia che stava per arrivare alla stazione del Mottarone ha iniziato a retrocedere e hanno trovato una fune rotta quindi la funivia probabilmente quando tornando indietro velocemente è arrivata al pilone è stata sbalzata e si è fermata contro la pineta”.

L’azienda che si occupa della manutenzione ha detto che l’ultimo controllo magnetoscopico della fune era stato effettuato a novembre 2020 con esiti positivi e la revisione generale delle cabine e di tutto il sistema nell’agosto del 2016. Da allora, ogni anno a novembre, si sono succeduti con regolarità i controlli alle funi.