Tragedia dopo un selfie alle cascate Ramdaha: 6 morti

cascate Ramdaha
cascate Ramdaha

Un’immane e assurda tragedia sconvolge l’India. Ben 6 persone sono morte dopo che una di loro ha deciso di scattarsi un selfie, rivelatosi fatale, presso le cascate Ramdaha, nel distretto di Chhattisgarh.

La prima vittima è stata Shraddha Singh, una giovane che ha deciso di farsi un autoscatto in un punto particolarmente panoramico ma anche molto scivoloso. La ragazza è caduta su una roccia, precipitando ai piedi della cascata. A nulla sono serviti i soccorsi dei familiari, che al contrario, per aiutarla, hanno trovato a loro volta la morte.

La dinamica dell’incidente

Ad un primo impatto sembra davvero una storia di un assurdo film dell’orrore, come Final Destination. Ma, purtroppo, è successo tutto per davvero. Un gruppo di 15 persone, tutti familiari, si erano incontrati per passare un po’ di tempo insieme e godersi un’escursione e un picnic in compagnia nei suggestivi pressi della cascata.

Una volta arrivati sul posto, la 14enne Shraddha Singh ha deciso di immortalare il momento insieme alla sorella 22enne Shweta ma qualcosa è andato terribilmente storto. L’adolescente ha infatti perso l’equilibro, precipitando per diversi metri a terra. A questo punto i familiari hanno cercato in tutti i modi di salvarla, tuffandosi in acqua in 6.

A perdere la vita nel disperato tentativo di salvare la vita alla ragazzina sono stati il fratello 18enne, un cugino di 24 anni e la moglie di quest’ultimo, di 22 anni. I tre si sono ritrovati a questo punto aggrappati alle rocce, ma da subito in evidente difficoltà. La stessa tragica fine l’hanno fatta altri due fratelli della prima vittima, di 22 e 26 anni rispettivamente.

Come riportato da Metro Uk, l’unica ad essere stata recuperata dalle acque, in condizioni però disperate, è stata la moglie del cugino di Shraddha.

Cosa è accaduto dopo la tragedia

Tre dei sei corpi sono stati recuperati subito dopo l’incidente. Gli altri tre, invece, sono stati recuperati il giorno dopo. Nel frattempo, le autorità locali hanno aperto un’indagine per capire se nella zona ci fossero delle aree inaccessibili per motivi di sicurezza. Nell’area delle cascate, in ogni caso, ci sono molti cartelli che indicano quanto sia pericoloso farsi il bagno in questa zona così pericolosa.