Tragedia Mottarone: indagati rispondono anche di attentato sicurezza trasporti

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 2 lug. (Adnkronos) – Non solo nuovi indagati per la tragedia del Mottarone, 12 in tutto le persone fisiche finite nel registro della procura di Verbania, ma anche nuove accuse: viene contestato anche il reato di attentato alla sicurezza dei trasporti nella richiesta di incidente probatorio notificata oggi ai 14 finiti nel mirino (le due società, Leitner e Ferrovie del Mottarone rispondono per la responsabilità amministrativa degli enti) del procuratore capo Olimpia Bossi e del pm Laura Carrera.

Gli altri reati, già noti, sono la rimozione o omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro, aggravata dal disastro: Gabriele Tadini, capo servizio dell'impianto – attualmente ai domiciliari – risponde anche del reato di falso per aver omesso di segnalare nell'apposito registro le anomalie registrate sul sistema frenante dell'impianto in cui hanno perso la vita 14 persone.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli