Tragedia nel messinese: impiccate madre e figlia

·1 minuto per la lettura
Messina madre figlia impiccate
Messina madre figlia impiccate

Una tragedia ha scosso la cittadina di Santo Stefano di Camastra in provincia di Messina dove una madre e la propria figlia di appena 12 anni sono state trovate morte impiccate nei pressi del Santuario del Letto Santo. Stando a quanto riporta Adnkronos, a darne l’allarme sarebbe stato il padre. Non sarebbe esclusa l’ipotesi di Omicidio – Suicidio.

Messina madre figlia impiccate, la Procura di Patti apre l’indagine

Nel frattempo si sta facendo luce sulle cause che hanno portato a questa terribile tragedia. Al fine di delineare la dinamica della vicenda la Procura di Patti ha aperto le indagini, mentre sul luogo del delitto sarebbero giunti inoltre i Carabinieri del Comando Compagnia di Santo Stefano di Camastra oltre che il magistrato designato. In ogni caso non sarebbe esclusa nessuna ipotesi compresa l’ipotesi di omicidio – suicidio.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Nel Napoletano trovato il cadavere di una donna semi-carbonizzato

Messina madre figlia impiccate, sentito il marito della donna

Stando a quanto riporta Adnkronos in queste ultime ore i Carabinieri che stanno conducendo le indagini hanno sentito il marito della donna, il primo a lanciare l’allarme per la scomparsa della moglie e della figlia.

Messina madre figlia impiccate, il Procura: “Per ora è prematuro fare ipotesi”

Ad ogni modo il Procuratore di Patti Angelo Vittorio Cavallo ha dichiarato ad Adnkronos come almeno per il momento fare delle ipotesi possa essere prematuro: “Per ora è prematuro fare delle ipotesi sulla morte della madre e la figlia trovate impiccate, dobbiamo aspettare quanto ci dirà il medico legale”. Vittorio Cavallo è già salito agli onori della cronaca in quanto si è occupato del Giallo di Caronia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli