Tragedia piazza S. Carlo, Appwndino: doveroso ricercare verita'

Prs
·1 minuto per la lettura

Torino, 11 nov. (askanews) - "Essere qui, oggi, per far luce sui fatti, ricercare la verità, definire ogni responsabilità, credo sia il modo migliore per restituire alla nostra comunità quanto ad essa dovuto dalle Istituzioni". Lo ha detto la sindaca di Torino,Chiara Appendino, oggi palazzo di giustizia di Torino la sindaca Chiara Appendino che oggi a Palazzo di Giustizia di Torino ha rilasciato dichiarazioni spontanee al processo per i fatti di piazza San Carlo, celebrato secondo il rito abbreviato e quindi a porte chiuse. La sindaca ha esordito riferendo al Giudice che ha ritenuto doveroso presentarsi questa mattina in ossequio alla carica che ricopre e alle sue personali disposizioni. Dopo aver consegnato la sua memoria dettagliata, ripercorrendo quanto già detto in sede di interrogatorio, ha concluso: "Il dolore per quanto accaduto quella notte è ancora vivo e lo porto con me. E lo porta con sé non solo ogni persona direttamente coinvolta, con i suoi famigliari, ma un'intera comunità. In quel dolore, tuttavia, Torino è stata capace di unirsi, di stringersi attorno alle persone che erano in quella piazza e di darsi la forza per andare avanti". In aula oltre alla sindaca, i cui legali hanno depositato una memoria difensiva, anche l'ex presidente di Turismo Torino, Maurizio Montagnese, l'ex capo di gabinetto della sindaca, Paolo Giordana, e l'allora questore di Torino, Angelo Sanna.