Tragedia in quota per un escursionista di Milano che mette un piede in fallo e cade in un burrone

Un elicottero del Cnsas piemontese in azione
Un elicottero del Cnsas piemontese in azione

Incidente fatale in Piemonte, dove Giovanni Gualdrini è morto a 30 anni durante una gita in montagna: l’uomo è precipitato nel vuoto a 3mila metri. Tragedia in quota per un escursionista di Milano che mette un piede in fallo e cade in un burrone nella giornata di domenica 2 ottobre nei pressi di Torre Lavina in Valprato Soanam sulle Alpi Graie, nel Torinese.

Giovanni Gualdrini morto durante una gita

L’uomo era ad una quota di oltre oltre 3mila metri quando è precipitato per alcuni metri in uno strapiombo. Le ipotesi più probabili sulle cause di quella tragedia sembrano rimandare ad una perdita di equilibrio o ad un malore. Dopo l’allarme scattato per il mancato rientro sono partite le ricerche del soccorso alpino e speleologico piemontese di Valprato con il tragico esito finale: il corpo senza vita del 30enne è stato trovato verso l’una e venti di notte.

Oggi la rimozione della salma del 30enne

La rimozione della salma è prevista per oggi, 3 ottobre, con la restituzione al dolore dei familiari. Sul fronte dell’individuazione delle cause della tragedia in montagna proseguono le indagini dei carabinieri della stazione di Ronco Canavese che hanno preso in carico il fascicolo sul decesso e ne hanno girato gli esiti preliminari al magistrato di turno.