Tragedia a Rotondi: incidente mortale per un imprenditore di 50 anni

·1 minuto per la lettura
ambulanza
ambulanza

Si segnalano purtroppo due nuovi incidenti sul lavoro in Italia: un morto schiacciato da un escavatore nell’Avellinese e un 60enne gravemente ferito in Trentino. La vittima, nel primo caso, si chiamava Alfonso Maya (50 anni) deceduto a Rotondi. L’uomo era alla guida dell’escavatore quando esso si è ribaltato travolgendolo.

Incidenti sul lavoro: tragedia a Rotondi

I vigili del fuoco hanno tentato di liberare Alfonso Maya, ma non c’è stato nulla da fare: l’uomo è rimasto schiacciato. L’autorità giudiziaria ha accertato che la causa del decesso di Maya risulta essere per soffocamento. La salma del 50enne è stata affidata all’affetto dei cari.

Incidenti sul lavoro: rimasto ferito imprenditore 60enne

Grave anche un imprenditore di 60 anni risultante essere titolare di un’azienda trentina specializzata in lavori forestali. Come informa il Fatto Quotidiano, quando si è verificato il sinistro, l’uomo era intento in attività di disboscamento in località Don Zio, a 1.200 metri di altezza, a Comano Terme.

Incidenti sul lavoro: ricoverato in gravissime condizioni

L’uomo, durante le sue attività all’interno dell’area comunale di Comano Terme, si è visto cadere addosso un albero, appena abbattuto. I dipendenti hanno subito dato l’allarme. Il 60enne è stato ricoverato, in condizioni molto critiche, presso l’ospedale Santa Chiara di Trento. Ancora da accertare le cause del sinistro.

LEGGI ANCHE: Padova, grave incidente in tangenziale: morto Giorgio Cusin a 31 anni

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli