Tragedia a Sassari, il linguista Massimo Pittau precipita da balcone

Tragedia a Sassari

Lutto a Sassari dopo la tragedia che ha colpito il famoso linguista Massimo Pittau, caduto dal terrazzino della propria abitazione il 20 novembre. Il professore e preside della Facoltà di Magistero avrebbe perso l’equilibrio, forse a causa di un malore, proprio mentre si trovava nel terrazzino. L’incidente è avvenuto poco dopo le 16:30 nell’appartamento al primo piano di via Roma, davanti alla Camera di Commercio.

Tragedia a Sassari, morto Massimo Pittau

Stando alle prime ricostruzioni della Polizia, accorsa sul luogo dell’incidente insieme agli operatori sanitari del 118, a dare l’allarme sarebbe stata proprio la badante del linguista. Il personale medico, una volta sul posto, non ha potuto far altro che constatare il decesso del professor Pittau. Rimane ancora da accertare l’effettiva dinamica dell’incidente ma la pista più probabile al momento è quella di un malore. Lo stimato professore è morto all’età di 98 anni.

Nato a Nuoro nel 1921, dopo la laurea in Lettere a Torino Massimo Pittau divenne presto professore ordinario di Magistero all’Università di Sassari. Nel 1971 ottenne la cattedra in linguistica sarda e nello stesso anno entrò a far parte della Società Italiana di Glottologia. È conosciuto e apprezzato da tutti i suoi contemporanei per i numerosi saggi pubblicati sulla civiltà nuragica e sulla storia della Sardegna.

Con la morte di Massimo Pittau il 2019 priva l’Italia, e in particolare la Sardegna, di un altro grande scrittore e linguista contemporaneo. Solo pochi mesi prima infatti era scomparso anche Andrea Camilleri, famoso autore di una lunga serie di romanzi, morto a causa di un arresto cardiaco il 17 luglio.