Tragedia a Sciacca: bimba di 9 anni stroncata da aneurisma cerebrale

bimba aneurisma cerebrale_censored

Carola B. C. è la bimba di 9 anni colpita da un aneurisma cerebrale: la piccola è stata stroncata dopo alcuni giorni di agonia. Il dramma è accaduto a Sciacca, in provincia di Agrigento, dove la bambina viveva con la sua famiglia. I genitori, dopo il decesso della figlia, hanno acconsentito all’espianto degli organi. In questo modo, infatti, altri bambini potranno vivere e avere un futuro. La mamma di Carola ha commentato commossa: “La mia principessa è andata in paradiso, ma grazie a lei vivranno altri bambini”.

Bimba stroncata da aneurisma cerebrale

Aveva appena 9 anni la bimba stroncata da un aneurisma cerebrale nella provincia di Agrigento, a Sciacca in Sicilia. Da quanto è stato possibile ricostruire, Carola Benedetta Catanzaro aveva accusato un malore due gironi fa ed era stata ricoverata in ospedale. I medici le avevano diagnosticato l’aneurisma e dopo alcuni giorni per lei non c’è stato nulla da fare. I compagni di classe, le maestre, la mamma e il papà sono avvolti dal dolore per la perdita di una bimba che aveva di fronte a se tutta la vita. La mamma però è convinta che la sua bambina si trovi ora in paradiso: sono queste le parole che ha scritto su un gruppo di Whatsapp. I genitori, inoltre, hanno acconsentito l’espianto degli organi per permettere la vita ad altri bambini.

Le maestre, invece, hanno espresso il loro dolore e il cordoglio per Carola: “Siamo distrutti. Lei era un’alunna speciale, attenta e generosa. Aiutava sempre i compagni in difficoltà. I suoi genitori hanno dimostrato che non era un caso che la bambina avesse questo carattere”.