Tragedia a Settimo Milanese, uomo precipita nel vuoto: morto sul colpo

Tragedia a Settimo Milanese, uomo precipita nel vuoto: morto sul colpo

Dramma in quel di Settimo Milanese, dove un uomo è morto questo pomeriggio dopo un volo di ben 20 metri dal tetto di un edificio. Il corpo della vittima (uomo di trent’anni) è stato ritrovato nel primo pomeriggio di lunedì 14 ottobre, privo di vita a causa dei traumi riportati dalla caduta dall’ultimo piano del parcheggio del superstore Esselunga di via Gramsci a Settimo Milanese. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Corsico, un’ambulanza del 118 e l’elisoccorso. I soccorsi si sono rivelati inefficaci dato che l’uomo, stando alle ultime notizie, sarebbe morto sul colpo.

Dramma a Settimo Milanese

L’uomo di 30 anni, secondo alcune fonti, si trovava sul tetto di un edificio quando sarebbe caduto nel vuoto dall’ultimo piano. L’impatto è stato fatale (si parla di circa venti metri di altezza) visto che la vittima è deceduta sul colpo, rendendo inutile ogni tentativo di rianimazione da parte del personale medico giunto sul posto. E’ in corso un’indagine diretta a chiarire la dinamica della caduta e accertare i fatti. Il dubbio concerne la volontarietà del gesto: si è trattato di suicidio o ci potrebbe essere dell’altro? Secondo quanto raccolto (per il momento) dai primi rilievi effettuati dai Carabinieri di Corsico, si tratterebbe di gesto volontario anche se restano aperte eventuali piste ulteriori. L’edificio dal quale è caduta la vittima, situato in Via Gramsci, ospita taluni negozi e un supermercato. L’uomo, secondo ultime ricostruzioni, sarebbe caduto nell’area riservata ai parcheggi.