Tragedia sulla Marmolada: diverse le vittime, i sopravvissuti raccontano scene da incubo

Tre cordate di alpinisti sono state travolte dalla caduta di un’enorme massa di ghiaccio, rocce e detriti mentre erano intente a scalare la Marmolada, montagna del gruppo delle Dolomiti situata al confine tra la provincia di Trento e quella di Belluno ed alta 3.343 metri.

Tra le ipotesi più accreditate, c’è quella secondo la quale il crollo sarebbe stato provocato dalle alte temperature, che hanno favorito lo scioglimento di parte del ghiaccio presente sulla montagna e il suo scivolamento verso valle.

Delle circa 30 persone presenti sul fianco della Marmolada, 6 sono state ritrovate prive di vita, 20 sono disperse e una decina sono ferite. I soccorsi sono resi particolarmente rischiosi dalle sfavorevoli condizioni metereologiche, il calore infatti potrebbe provocare nuovi crolli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli