Trano presidente commissione Finanze Camera, M5S divisi

Bar

Roma, 4 mar. (askanews) - Ribaltone in commissione Finanze alla Camera: al posto della presidente uscente Carla Ruocco (M5S), passata a presiedere la commissione bicamerale di inchiesta sulle banche, è stato eletto Raffaele Trano, anche lui del Movimento 5 stelle ma che non era il nome indicato dal suo gruppo, che aveva candidato ufficialmente Nicola Grimaldi, medico e dirigente sanitario. Presenti 39 deputati su 42, Trano è stato scelto con 20 voti contro 19 raccolti dal suo rivale.

In ambienti di maggioranza si privilegia la lettura secondo la quale a mancare sono stati proprio i voti di alcuni componenti stellati della commissione: il gruppo M5S può contare in teoria su 14 membri in quel consesso, il Pd 6, Italia viva 2, LeU 1. La tensione interna ai 5 stelle si riverbera quindi anche nella vita della maggioranza. Trano è di professione commercialista e secondo fonti parlamentari si era considerato ingiustamente penalizzato dalla scelta del gruppo M5S di non considerare la sua competenza specifica.

Una volta insediato in ufficio di presidenza, racconta una fonte di maggioranza, Trano avrebbe manifestato l'intenzione di "garantire terzietà" nell'esercizio del suo mandato, mentre le opposizioni che lo hanno sostenuto hanno sottolineato la loro scelta di "premiare la competenza e la meritocrazia".