Trano: sulle espulsioni M5S usa due pesi e due misure -2-

Pol/Bar

Roma, 19 mar. (askanews) - "Del resto - ha affermato ancora Trano - i due pesi e due misure li avevo notati anche nei confronti degli onorevoli indietro con le restituzioni: solo alcuni sono stati espulsi dal gruppo. E chi risulta sgradito è solitamente chi cerca di mettere al servizio del Paese delle competenze e lavora di più. Magari sollevando obiezioni e chiedendo quella trasparenza che è stata sempre una bandiera del Movimento".

"Sono del resto - ha sottolineato il parlamentare - tra quelli che hanno chiesto trasparenza sul rendiconto del gruppo Camera 5 stelle, con 2 missive inviate nel 2019 e 2020 ma tuttora inevase, e subito sono stato fatto fuori come possibile capogruppo prima e dal team dei facilitatori poi, fino ad essere messo alla porta dopo essere stato eletto presidente della Commissione finanze. Come alla porta è stata messa la collega Flora Frate, che aveva posto degli interrogativi su quegli Stati Generali che ben prima dell'emergenza coronavirus erano stati rinviati. Decidere in pochi e in una situazione di precarietà consente probabilmente operazioni che con una guida certa, scelta dopo ampio e giusto dibattito, non sarebbero possibili".

"Tutto questo - ha concluso - è lontano dagli ideali del Movimento e dalle stesse indicazioni date da Beppe Grillo, che negli ultimi mesi più volte ci ha chiesto di pensare a lavorare bene con il Governo e per il Paese".