Trapani, Pantaleo (Terzo Polo): io unico candidato del territorio

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 14 set. (askanews) - "La provincia di Trapani è stata mortificata dalle candidature paracadutate dall'alto. Mi riferisco in particolare a quella della dottoressa Fascina (per il Centrodestra) che arriva da Arcore, e a quella del dottor Ferrante (per il Centrosinistra) che arriva da Palermo". Lo afferma Giulia Pantaleo, candidata alla Camera nell'uninominale della provincia di Trapani con il Terzo Polo.

"Nel nostro collegio, tra i partiti che riusciranno ad accedere in Parlamento, l'unico candidato che può dirsi davvero 'trapanese' sono io. Non è sufficiente avere respirato quest'aria solo una volta nella vita, al contrario, è necessario aver avuto origine qui. Votando per Giulia Pantaleo al di là delle appartenenze ideologiche, oggi la nostra provincia ha una grande opportunità: quella di ribellarsi ai paracadutati dall'alto e a coloro che di questo territorio non conoscono problematiche e risorse (e forse neanche la collocazione sulla cartina geografica). Possiamo dimostrare che questa non è terra di conquista ma è una terra che sa dare fiducia ai candidati del territorio, e che ha ancora una dignità da salvaguardare", aggiunge.

"A Marta Fascina - conclude Pantaleo - chiedo un confronto, qui a Trapani. Siamo coetanee e siamo tendenzialmente due liberali. Il territorio, la provenienza, le origini, quelle sì, ci distinguono in modo netto. Marta, se ci sei, batti un colpo! Ti aspetto per farti conoscere le meraviglie di questo territorio. Che è il Mio".