Trapianti, 21 interventi con organi da donatori positivi a Covid nel 2021

featured 1629975
featured 1629975

Milano, 14 lug. (Adnkronos Salute)() – Nell'anno zero della pandemia da Sars-CoV-2, l'Italia è stato "il primo Paese al mondo" ad adottare un protocollo operativo per l'utilizzo di organi da donatori risultati positivi al coronavirus. Forte di questo, nel 2021 sono stati 21 i trapianti realizzati con organi di positivi: la maggior parte (18) sono stati di fegato, 3 di cuore. E' quanto emerge dall'ultimo report sull'attività annuale della Rete nazionale trapianti, pubblicato oggi sul sito del Cnt (Centro nazionale trapianti).

Per questi trapianti sono stati utilizzati 17 donatori risultati positivi al coronavirus, ma deceduti per altre cause, come previsto dal protocollo del Cnt. Per ricevere questi organi, i pazienti dovevano essere positivi al momento del trapianto o già immunizzati per malattia pregressa o per vaccinazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli