Trapianti: Cnt ricorda Nicholas Green a 25 anni dalla morte

Cro-Mpd

Roma, 30 set. (askanews) - Il 1 ottobre 1994 il piccolo Nicholas Green, vittima di un barbaro agguato sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria, donava i propri organi e le cornee grazie alla generosità dei genitori Reginald e Margaret. A 25 anni da quel gesto che contribuì in maniera importante ad affermare nella società italiana il valore della donazione degli organi, il Centro nazionale trapianti desidera ricordare Nicholas e rinnovare alla sua famiglia il ringraziamento per la scelta compiuta, che salvò la vita a cinque pazienti, di cui quattro pediatrici, e restituì la vista ad altre due persone.

Nel 2018 in Italia - rende noto il Cnt - sono avvenute 45 donazioni da minorenni e sono stati effettuati 143 trapianti pediatrici. Da quando il Sistema informativo trapianti ne tiene traccia a livello nazionale, ovvero dal 2002, le donazioni che le famiglie hanno autorizzato dopo la morte dei propri figli sono state 991, mentre i trapianti pediatrici sono stati 2643: il 25,2% dei piccoli pazienti che hanno ricevuto un organo aveva meno di due anni, il 22,8% ne aveva tra i due e i sei, il 13,7% aveva tra i sette e i dieci anni e il 38,3% tra gli undici e i diciassette. (Segue)