Trapianti: delegazione russa al S.Camillo, accordo su quelli pediatrici

(ASCA) - Roma, 13 mar - Un accordo quadro per trasferire il

nostro know-how sui trapianti ai chirurghi russi. E' stato al

centro di un incontro avuto questa mattina all'ospedale San

Camillo-Forlanini di Roma, dal direttore generale della

struttura, Aldo Morrone con una delegazione del ministero

della Salute russo.

''Il ministero russo - ha spiegato Morrone - vuole

realizzare con l'Italia una collaborazione tecnica per un

programma di trapianto pediatrico, soprattutto di cuore,

anche perche' non hanno a disposizione un centro nazionale

trapianti come il nostro''.

''Abbiamo mostrato alla delegazione russa il Centro

Regionale Trapianti del San Camillo-Forlanini - aggiunge

Morrone che sta per realizzare, in collaborazione con medici

di famiglia e pediatri, una campagna di sensibilizzazione per

incentivare i trapianti e la donazione di organi, sangue,

midollo e cellule staminali -. l'organizzazione del nostro

laboratorio per le attivita' di trapianto e di coordinamento,

oltre al tipo di software che usiamo. Ora si tratta di

realizzare un accordo quadro a livello internazionale per

approntare dei protocolli specifici''.

Quello del San Camillo-Forlanini e' l'unico centro

ospedaliero per i trapianti creato dalla Regione Lazio, con

espressa delibera. Struttura regionale di coordinamento e

raccolta degli organi, il centro esegue inoltre gli esami di

compatibilita' tra l'organo donato e il ricevente. Dalla sua

fondazione nel 1985, il Centro del San Camillo-Forlanini ha

eseguito 900 trapianti di cui 100 su bambini.

Nel 2011, su 285 trapianti effettuati nel Lazio (fra cuore,

reni, fegato e pancreas), il centro del San Camillo, guidato

dal professor Domenico Adorno, ne ha eseguiti 78 (27,4%),

piu' di tutte le altre strutture della Regione. Le tipologie

sono aumentate nel tempo e oggi riguardano, oltre che i

trapianti cardiaci, quelli di: fegato, pancreas, rene,

cornea, cellule staminali autologhe e midollo osseo.

Il Centro del San Camillo-Forlanini e' l'unico nel Lazio che

esegua il doppio trapianto di pancreas e rene nei pazienti

diabetici. La struttura dispone inoltre, unica nel Lazio, di

un ''separatore cellulare'', un delicato macchinario con il

quale si estraggono le cellule staminali dal sangue. Per

questo, si rivolgono al Centro dell'ospedale tutte le altre

aziende convenzionate.

com-map/sam/rob

Ricerca

Le notizie del giorno