Trapianto record a Pavia: uomo 55enne riceve il fegato di un 86enne

pavia ospedale

Una buona (e insolita) notizia quella che arriva dal Policlinico San Matteo della città di Pavia, dove è stato eseguito con successo un trapianto definito “record”: il fegato di un uomo di 86 anni è stato trapiantato nel corpo di un uomo di 55 anni affetto da insufficienza epatica e ricoverato presso l’ Istituto Nazionale Tumori di Milano. Il fegato dell’anziano donatore 86enne, deceduto per trauma cranico, era in più che buone condizioni: ed è proprio questo aspetto che spinge a parlare di “trapianto record”, come definito da Andrea Bottazzi, coordinatore del Centro Donazioni e Trapianti del San Matteo.

Trapianto record a Pavia

Un vero e proprio trapianto salvavita: dell’uomo di 86 anni, purtroppo deceduto, sono stati prelevati i tessuti oculari, ora custoditi presso la Banca Degli Occhi e il fegato che è stato invece donato all’uomo di 55 anni affetto da insufficienza epatica. I trapianti sono un vero e proprio atto di generosità e umanità, e, purtroppo, risentono dello squilibrio che vi è tra domanda e offerta anche se ultimamente sono stati fatti passi da gigante.

Infatti, presso il Policlinico San Matteo di Pavia si sono presentati ben 34 donatori di cornee e tessuti oculari, 5 donatori multiorgano e multitessuto, e prelievi di un cuore, un pancreas, due fegati e otto reni: per finire, gli organi sono stati trapiantati su pazienti sparsi in tutta Italia, compreso l’uomo di 55 anni che ha finalmente un fegato nuovo grazie ad un più anziano donatore di 86 anni.