Trasferiti da hotspot Lampedusa 90 migranti, altri 90 domani

Gtu

Roma, 22 set. (askanews) - Stamattina sono stati trasferiti dall'hotspot di Lampedusa circa 90 migranti, ne restano oltre 200, a fronte di una capienza di 96, ma domani altri 90 lasceranno l'isola. Quindi "la situazione sta tornando alla normalità", dice il sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello ad Askanews, spiegando anche che il problema del sovraffollamento è dovuto ad una contingenza: "La nave di linea che fa i trasferimenti era guasta, quindi ieri sera ha saltato il viaggio che era già in programma. Domani invece tutto regolare", quindi "continuano i trasferimenti dei migranti da Lampedusa, così come promesso dal ministero dell'Interno. Tutto è regolare".

Sull'isola del resto "tutto era ed è calmo", assicura il sindaco, che aggiunge: "E c'è un buon flusso di turisti". E l'aumento di sbarchi? "Gli sbarchi c'erano e ci sono. Non è cambiato niente", risponde il sindaco, e in particolare rispetto agli sbarchi cosiddetti "fantasma", ovvero i barchini coni migranti che arrivano a piccoli gruppi sull'isola in modo autonomo "non è cambiato niente, ci sono sempre stati. Perché ora se ne parla? Prima non si dovevano nominare ma ci sono sempre stati". E chiamarli sbarchi fantasma non è corretto anche perché - spiega il sindaco dell'isola - "in ogni caso si tratta di persone che vengono identificate e portate nell'hotspot".