"Traslati i resti di Grigorij Potemkin"

Il governatore filorusso della regione di Kherson, Vladimir Saldo, ha confermato a Crimea Tv che i resti di alcuni comandanti militari russi del 18. secolo, tra i quali le ossa di Grigorij Potemkin, sono stati prelevati dalla cattedrale di Santa Caterina di Kherson e spostati in un luogo protetto. Saldo ha aggiunto che "le reliquie saranno restituite quando la città sarà più sicura".

Tuttavia, padre Ilya, prete ortodosso, nega che nella vecchia collocazione le reliquie corressero un qualsivoglia pericolo. L'operazione di recupero dei resti degli ufficiali è avvenuta mentre le forze russe stavano eseguendo una ritirata, per attestarsi sulla riva orientale del fiume Dnipro.

Quella del principe Potemkin, militare di alto rango e amante della zarina Caterina, è una figura molto popolare in Russia anche per aver fondato molte città sul suolo ucraino. In occidente invece il suo nome è legato al celebre film muto di Eizenstein che celebra l'avvio della rivoluzione sovietica raccontando l'ammutinamento a bordo della corazzata Potemkin.