Trasporti, Lega: stop nostra presenza in audizioni governo

Pol/Bac

Roma, 14 nov. (askanews) - "La Lega non parteciperà più ad audizioni e incontri con il governo in carica, alla luce dell'indecente situazione delle deleghe fantasma. Dopo quasi tre mesi, il Mit e il Mise non hanno infatti ancora affidato le deleghe ai loro sottosegretari e viceministri: i cantieri sono fermi, il comparto Tlc è senza interlocutore. Tutto questo è l'ennesimo segnale di malgoverno e dimostra come il Paese e le istituzioni siano ostaggio delle beghe interne al governo giallofucsia. Come Lega non ci stiamo per rispetto agli italiani". Lo affermano in una nota i deputati della Lega in commissione Trasporti alla Camera.