Trasporto aereo: sindacati Air France, no a ratifica accordo 'open skies' con Qatar

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Parigi, 11 ott. (Adnkronos) – I sindacati di Air France chiedono al Governo di non ratificare l'accordo 'open skies' che è stato firmato tra l'Ue e il Qatar. Per i sindacati Cgt, Fo, Snpl, Spaf, Alter, Cfdf, Cfe-Cgc, Cftc, Unsa, Unpnc, Snpnc e Sngaf di Air France gli impatti di questo accordo "non possono che essere negativi in termini occupazionali". Per i sindacati, infatti, si tratta di "un accordo completamente squilibrato favorevole agli interessi del Qatar. Le opportunità di mercato in Qatar sono nettamente inferiori a quelli che offre il mercato francese. Non c'è nessun paragone possibile. E se parliamo dell'Europa questo squilibrio è incontestabile".

Mentre gli aiuti per 3 miliardi di euro dello Stato francese ad Air France "ci hanno costretto a restituire slot a Orly, alla chiusura di rotte, Qatar Airways ha ricevuto 2,5 miliardi di euro dallo Stato del Qatar senza alcuna contropartita. Anzi ora si vede offrire i mercati francesi e europei", sottolineano i sindacati in una lettera aperta ai deputati e ai senatori francesi.

"E' nel momento in cui le compagnie francesi stanno attraversando la più grave crisi economica della loro storia centenaria che l'Europa, su proposta francese, decide di aprire i cieli a una concorrenza sleale che si rivelerà mortale. Questo possibile accordo rischia di complicare i tentativi di ristrutturazione già dolorosi per quanto riguarda l'occupazione e l'attività". Lo Stato francese, sottolineano i sindacati, "deve preservare il primo mercato interno europeo che è il suo e non offrirlo in regalo per oscuri presteti geoeconomici".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli