Tratta di giovani nigeriane da far prostituire: tre arresti

Roma, 10 set. (askanews) - Tre cittadini nigeriani sono stati arrestati con l'accusa di tratta di esseri umani e sfruttamento della prostituzione. E' avvenuto in provincia di Brescia, dove la squadra mobile della Polizia ha messo in atto serrate indagini che hanno permesso di scovare l'organizzazione, composta da un uomo e una donna, con base in Libia e in Nigeria dedita a favorire l'ingresso di ragazze da avviare alla prostituzione. Il terzo arresto riguarda invece una donna che operava a Torino ed è attualmente domiciliata nel mantovano.

Identificato anche uno dei componenti del gruppo criminale operante all'estero, che aveva il compito di trasferire le vittime di tratta dalla Nigeria alla Libia, dove venivano imbarcate per farle giungere sulle coste italiane.

L'organizzazione ricorreva anche a riti magici (juju), minacciando anche i familiari in patria delle donne, costretti a versare ai loro aguzzini somme variabili tra i 20 e i 30 mila euro.