Tratta di migranti tra Grecia e Italia, arrestato un pakistano

Sav

Roma, 2 nov. (askanews) - Un pakistano residente in Grecia è stato arrestato dalle forze dell'ordine italiane con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e soppressione di cadavere.

L'operazione è stata svolta dai carabinieri di Riccione (Rimini), coadiuvati dal Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia Divisione S.I.Re.N.E. e dall'esperto per la sicurezza di stanza ad Atene, attivato secondo le procedure della cooperazione internazionale di polizia.

Il pakistano è ritenuto responsabile dei reati di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e soppressione di cadavere, connessi al ritrovamento di un corpo in avanzato stato di decomposizione in un canale di raccolta delle acque piovane in località Montalbano, nel comune di San Giovanni in Marignano (Rimini), il 7 settembre 2018.