Tratta e prostituzione minorile, blitz e arresti a Piacenza

Luc

Roma, 8 gen. (askanews) - La Polizia di Stato di Piacenza ha concluso due operazioni di polizia giudiziaria, denominate "Little Free Bear I" e "Little Free Bear II", che hanno portato, al termine di complesse e articolate indagini, ad assicurare alla giustizia diversi cittadini di nazionalità nigeriana e non, appartenenti ad un sodalizio criminale operante in ambito internazionale e con sede "operativa" anche in questo capoluogo. Le indagini dei poliziotti della squadra mobile hanno fatto luce su un fenomeno di tratta di esseri umani, di riduzione in schiavitù e di favoreggiamento all'immigrazione clandestina, il tutto finalizzato al favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, anche minorile. La complessa attività compiuta sul territorio ha visto la fondamentale collaborazione, in fase esecutiva, dello S.C.I.P. - Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia, della BUNDESKRIMINALAMT tedesca, della polizia greca e della polizia inglese. Ulteriori dettagli saranno diffusi nel corso della conferenza stampa che si terrà alle 10 in questura. Lo rende noto il Viminale.